Prevenire il cyberbullismo con l’Intelligenza Artificiale

Prevenire il cyberbullismo con l’intelligenza artificiale è quello che si propone il progetto europeo Creep avviato in Trentino, un progetto coordinato dalla Fondazione Bruno Kessler di Trento e finanziato da Eit Digital (European Institute of Innovation & Technology).

L’ambizioso progetto mira a sviluppare soluzioni tecnologicamente avanzate di intelligenza artificiale per individuare e prevenire gli effetti del cyberbullismo. Per fare questo si procede con il monitoraggio dei social media e l’impiego di tecnologie motivazionali. La sperimentazione è già iniziata in alcune scuole medie di Trento.

Tecnicamente sarà un software di analisi semantica che, analizzando i vari profili social grazie all’Intelligenza artificiale, cercherà di individuare le caratteristiche dei profili più a rischio monitorando le interazioni tra utenti; sorvegliato speciale sarà uno dei social network più utilizzato dagli adolescenti, e cioè Instagram. Un sistema di messaggistica istantanea (chatbot) sarà integrato con le App già in uso e fornirà in modo automatico un primo supporto per suggerire come comportarsi e chi contattare nei casi a rischio.

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *