Taggato: sicurezza

All’Istituto Comprensivo Stefanini di Treviso si parla di bullismo, cyberbullismo e sexting

Grande affluenza di insegnanti e genitori all’incontro pubblico di ‘Protetti in Rete’ su rischi e potenzialità di internet e social network, svoltosi lunedì pomeriggio 14 maggio 2018 presso l’Auditorium delle Scuole secondarie di 1° grado Stefanini di Treviso. Sara Monte, con un intervento per la parte relazionale dal titolo ‘Aspetti psicologici e dinamiche relazionali nella famiglia digitale’ e Gianbruno Panizzutti, con un intervento per la parte tecnica dal titolo ‘Sicurezza e privacy su internet – Utilizzare la Rete con consapevolezza’, con la collaborazione di Cecilia Zagonel hanno intrattenuto l’Auditorium dell’Istituto Comprensivo n. 4 Stefaninio di Treviso gremito di docenti e genitori. Nel corso dell’intervento, durato circa 2 ore, è stata presentata anche una anteprima relativa ai risultati dei questionari somministrati ai circa 900 studenti delle scuole secondarie di 1° e 2° grado e raccolti nel corso degli interventi di ‘Protetti in Rete’ nel corso dell’anno scolastico 2017/2018. Nell’incontro si è parlato delle problematiche legate ai pericoli di un utilizzo spregiudicato delle nuove tecnologie quali ad esempio Chatroulette, Catfish, Sexting, Sextortion, Bullismo, Cyberbullismo, App e Videogiochi, ma anche delle modalità e degli strumenti da utilizzare per una navigazione sicura e consapevole. La sensibilizzazione presso le scuole è fondamentale per poter fare...

Sicurezza informatica: pubblicate le misure di sicurezza minime per le PA

Sicurezza informatica: pubblicate le misure di sicurezza minime per le PA

Il documento, a cura di AgID, prevede tre diversi livelli di attuazione e costituisce parte integrante del più ampio disegno delle Regole tecniche di riferimento L’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) ha rilasciato un documento contenente le Misure minime per la sicurezza ICT delle pubbliche amministrazioni. In una nota dell’Agenzia si precisa che il documento “prevede tre diversi livelli di attuazione e costituisce parte integrante del più ampio disegno delle Regole Tecniche per la sicurezza informatica della Pubblica Amministrazione”. L’obiettivo del documento, emanato in forma autonoma da AgID e dal CERT-PA in attesa della futura pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, è quello di fornire tempestivamente alle PA un riferimento normativo e consentire loro di intraprendere un percorso di progressiva verifica e adeguamento in termini di sicurezza informatica. Le misure minime per la sicurezza informatica sono emesse come previsto dalla Direttiva 1 agosto 2015 del Presidente del Consiglio dei Ministri, che emana disposizioni relative alla sicurezza informatica nazionale e assegna all’Agenzia per l’Italia Digitale il compito di sviluppare gli standard di riferimento per le amministrazioni. A questo link potete consultare la pagina tematica di AgID sulle Misure minime di sicurezza ICT delle PA.

"Una vita da social", al via campagna per la sicurezza sul web rivolta a giovani

“Una vita da social”, al via campagna per la sicurezza sul web rivolta a giovani

Centinaia i ragazzi in Piazza del Quirinale per l’avvio alla campagna educativa “Una Vita da Social”. Organizzato dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ed il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza per sensibilizzare i più giovani sui rischi e i pericoli della rete, il progetto coinvolgerà fino al 5 giugno prossimo 59 città italiane. Con il contributo delle maggiori società del web è stato allestito un truck di oltre 18 metri che diventerà un’aula multimediale itinerante che si fermerà nelle piazze dove personale della Polizia postale incontrerà studenti, insegnati e genitori per offrire consigli su una navigazione sicura. Tra i soggetti che partecipano alla campagna c’è Skuola.net che per l’occasione pubblica i dati di un’indagine su un campione di 10mila studenti. Secondo quanto emerge dallo studio, social e web sono ormai parte integrante della vita dei ragazzi: 9 su 10 si connettono autonomamente da uno smartphone, il 60% lo fa anche da scuola. E WhatsApp partecipa alla vita scolastica: l’85% dei ragazzi infatti fa parte di un gruppo condiviso con i compagni di classe. Ma sono in aumento i casi di cyberbullismo: 2 ragazzi su 3 lo temono e la metà ne è...