Categoria: Blog

Lo scambio di dati tra WhatsApp e Facebook bandito fino al 25 maggio 2018 per violazione della privacy

Lo scambio di dati tra WhatsApp e Facebook bandito fino al 25 maggio 2018 per violazione della privacy

WhatsApp, l’app più utilizzata al mondo per le chat, da qualche tempo garantisce la privacy dei dati tramite la crittografia end-to-end delle chat. Forse però non tutti sanno che dall’estate 2016, con l’aggiornamento delle politiche sulla privacy, WhatsApp ha chiesto ai suoi utenti il permesso di condividere le informazioni con Facebook e a causa di questa condivisione, la Commissione Europea nel maggio del 2017 aveva comminato a Facebook una multa da 110 milioni di Euro. Nonostante le rassicurazioni del proprietario di Facebook e WhatsApp Mark Zuckerberg, tra le due applicazioni c’è sempre stato uno scambio di dati. La novità è...

Laboratorio BE(sm)ART: più creativi con le App

Laboratorio BE(sm)ART: più creativi con le App

Ti piacerebbe imparare ad illustrare con le nuove tecnologie? Hai sempre sognato di fare cartoni animati o video clip? Finiscila di utilizzare lo smartphone solo per chattare, massaggiare o giocare… scopri come farlo diventare uno strumento creativo! BE(sm)ART è il laboratorio organizzato dal Progetto Giovani di Conegliano che con il supporto di un esperto farà scoprire come trasformare lo smartphone in uno strumento creativo! Il Progetto Giovani del Comune di Conegliano in collaborazione con la Cooperativa sociale Insieme Si Può, propongono BE(sm)ART, un laboratorio innovativo rivolto a ragazzi e ragazze dai 13 ai 19 anni, che insegna ad utilizzare in...

Prevenire il cyberbullismo con l'Intelligenza Artificiale

Prevenire il cyberbullismo con l’Intelligenza Artificiale

Prevenire il cyberbullismo con l’intelligenza artificiale è quello che si propone il progetto europeo Creep avviato in Trentino, un progetto coordinato dalla Fondazione Bruno Kessler di Trento e finanziato da Eit Digital (European Institute of Innovation & Technology). L’ambizioso progetto mira a sviluppare soluzioni tecnologicamente avanzate di intelligenza artificiale per individuare e prevenire gli effetti del cyberbullismo. Per fare questo si procede con il monitoraggio dei social media e l’impiego di tecnologie motivazionali. La sperimentazione è già iniziata in alcune scuole medie di Trento. Tecnicamente sarà un software di analisi semantica che, analizzando i vari profili social grazie all’Intelligenza artificiale,...

La Legge contro il fenomeno del cyberbullismo

La Legge contro il fenomeno del cyberbullismo

Nella Gazzetta Ufficiale del 3 giugno 2017 è stata pubblicata la Legge 29 maggio 2017 n. 71 recante “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”, in vigore dal 18 giugno 2017. A sei mesi dall’entrata in vigore della Legge, da parte nostra teniamo a sottolineare uno degli aspetti più importanti, e cioè l’identificazione della scuola come luogo privilegiato per educare ed informare i ragazzi su rischi ed opportunità della Rete. E’ certamente fondamentale l’individuazione all’interno degli Istituti Scolastici di un docente quale referente delle attività di contrasto al cyberbullismo, e questo perchè...

Riparte mercoledì 24 gennaio a Conegliano il laboratorio gratuito per genitori

Riparte mercoledì 24 gennaio a Conegliano il laboratorio gratuito per genitori

Ancora 4 posti disponibili per partecipare al secondo ciclo di incontri dedicato ai genitori per “accompagnare i figli all’uso responsabile della rete”. Il Laboratorio, già realizzato nella sua prima edizione nei mesi di novembre e dicembre 2017, continua a riscuotere grande interesse tra coloro che necessitano di maggiori conoscenze sul tema delle nuove tecnologie ed in particolar modo sui Social più utilizzati dai ragazzi e ragazze di oggi. Quattro serate dedicate alla conoscenza, approfondimento e scambio di strumenti e strategie per affrontare in modo consapevole il tema della gestione educativa dei media in famiglia. Gli incontri si terranno mercoledì 24...

'Clash Royale' e 'Clash of Clan' sono applicazioni pericolose?

‘Clash Royale’ e ‘Clash of Clan’ sono applicazioni pericolose?

Un’ inchiesta del Manchester Evening News ha sottolineato come i cosiddetti “malintenzionati del web” usino sempre di più i social network e i giochi online per adescare i minori. Quasi 400 bambini sotto i sette anni nella città inglese sono stati adescati in questo modo. La ricerca avviene dove i bambini ci sono e questo vale sia online che offline. Clash of Clan è un gioco in cui si costruisce e sviluppa un villaggio e si collabora con altri utenti attraverso appositi gruppi, ed è proprio in questa collaborazione che può avvenire “l’approccio”. Si approfitta della situazione, i genitori pensano...

Blue Whale (Balena Blu), allarmismo o realtà?

Blue Whale (Balena Blu), allarmismo o realtà?

In questi giorni si è parlato con notevole insistenza del misterioso fenomeno di internet nato in Russia che istigherebbe gli adolescenti al suicidio, il cosiddetto “Blue Whale” (Balena Blu). Un recente servizio della trasmissione televisiva “Le Iene” ha collegato il suicidio a Livorno di un ragazzo di 16 anni, a seguito della testimonianza di un compagno di classe che ha raccontato che il ragazzo stava partecipando a una qualche tipo di sfida online non meglio identificata, oltre ad una serie di comportamenti ‘strani’. “Blue Whale” consiste in una serie di prove da superare, compresa l’automutilazione, che spingerebbero gli adolescenti al...

Protetti in Rete alle scuole medie di Susegana (TV)

Protetti in Rete alle scuole medie di Susegana (TV)

Il 2 e il 9 maggio 2017, a completamento dell’incontro del 27 aprile con i genitori, si sono svolti gli incontri informativi con le classi prime medie dell’Istituto Comprensivo D. Manin di Susegana su rischi e potenzialità di internet e social network. L’attività, che rientra nel più ampio progetto “Protetti in Rete” dedicato a studenti, genitori e educatori, ha affrontato in modo interattivo e partecipato gli argomenti segnalati dagli stessi studenti tramite un questionario somministrato a tutti i ragazzi partecipanti ed elaborato prima dell’evento. L’elaborazione prima degli incontri dei questionari ha permesso di recepire con precisione i dubbi e le...

27/04/2017 - Incontro per genitori e educatori a Susegana

27/04/2017 – Incontro per genitori e educatori a Susegana

Ottima l’affluenza di pubblico all’incontro di Protetti in Rete su rischi e potenzialità di internet e social network, svoltosi giovedì sera 27 aprile 2017 a Susegana presso la sede degli Alpini in località Colfosco. Nel corso della serata è stato illustrato ai presenti anche un riassunto relativo ai risultati dei questionari somministrati a tutti gli studenti di 1^ media delle scuole di Susegana agli inizi di aprile. Si prosegue con i due incontri previsti presso l’Istituto Comprensivo “D.Manin” di Susegana il 4 e il 9 maggio 2017, dove con i ragazzi affronteremo in modo interattivo e partecipato gli argomenti segnalati...

Fandom powered by Wikia

Fandom powered by Wikia

Fandom powered by Wikia (nota precedentemente come Wikia e come Wikicities) è un servizio di web hosting gratuito che consiste in una collezione di wiki della società Wikia Inc. Creata nel 2004 da Jimmy Wales e da Angela Beesley, i proventi di Wikia provengono dalla pubblicità presente sul sito. Wikia permette di richiedere la creazione di nuove wiki. La maggior parte dei progetti proposti è accettata, anche se solo dopo un vaglio che considera le finalità del progetto e la sua attrattiva in termini di contributori, mentre alcuni soggetti sono proibiti, come la promozione di droghe, alcool, tabacco e gioco d’azzardo....

Al via gli incontri con le classi prima media delle scuole di Conegliano per l'A.S. 2016/2017

Al via gli incontri con le classi prima media delle scuole di Conegliano per l’A.S. 2016/2017

Tra la metà di febbraio e la fine di marzo 2017 si svolgeranno gli incontri informativi su rischi e potenzialità di internet e social network con gli studenti di prima media delle scuole di Conegliano. L’attività, che rientra nel più ampio progetto “Protetti in Rete” dedicato a studenti, genitori e educatori, affronta in modo interattivo e partecipato gli argomenti segnalati dagli stessi studenti tramite un questionario somministrato a tutti i ragazzi partecipanti all’evento. L’elaborazione prima degli incontri dei questionari permette di recepire con precisione i dubbi e le aspettative dei ragazzi dimensionando gli incontri nel modo più mirato e costruttivo...

Attivato il servizio di Newsletter di Protetti in Rete

Attivato il servizio di Newsletter di Protetti in Rete

Da oggi è disponibile un nuovo servizio per tenervi informati sulle nostre attività. Abbiamo attivato il servizio di newsletter per avvisarvi tramite mail sulle novità salienti. A questo link trovate la pagina per la registrazione dove, compilando l’apposito form, potete attivare l’iscrizione Cos’è la Newsletter? Una Newsletter è un notiziario, scritto o per immagini, diffuso periodicamente per posta elettronica in formato testo o HTML. Normalmente è richiesta da quanti la ricevono ed ha scopi puramente informativi relativamente all’attività di chi la invia. Una newsletter può essere letta da chiunque abbia un programma di posta elettronica e una connessione ad Internet. La spedizione della...

False notizie su Facebook

False notizie su Facebook

Il problema delle false notizie su Facebook è noto da tempo e aumenta con l’aumentare delle persone che si ‘informano’ tramite i Social Network, prendendo per ‘oro colato’ quanto viene riportato, anche quando in realtà sono delle vere e proprie bufale. C’è anche chi è convinto che le notizie false sui Social Network abbiano influito sulle ultime elezioni americane e che per il futuro tale pratica potrebbe risultare sempre più influente. I tecnici di Facebook, certamente il più noto e utilizzato Social Network, stanno studiando un sistema per bloccare o comunque diminuire la presenza di false notizie nei post, ma...

I Pediatri Italiani chiedono di proibire lo Smartphone ai Bambini

I Pediatri Italiani chiedono di proibire lo Smartphone ai Bambini

Mancanza di concentrazione, difficoltà di apprendimento e aggressività: queste sono le problematiche alle quali vanno incontro i bambini che abusano nell’utilizzo degli smartphone. A quanto sopra si aggiunge la problematica legata alle onde magnetiche emanate dai telefonini. La pediatra Maria Grazia Sapia riferisce come in Europa l’Italia sia al primo posto per numero di cellulari ed età media degli utilizzatori. Gli effetti dannosi per la salute sono sempre più evidenti e principalmente sono due: 1. Il nostro organismo, a causa del campo elettromagnetico generato dai telefonini, si attiva per via dell’aumento della temperatura generata dall’interazione stessa, e quando queste esposizioni sono...

Il contratto con le 18 regole sull’uso di uno smartphone, un anno dopo

Il contratto con le 18 regole sull’uso di uno smartphone, un anno dopo

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato le 18 regole che Janell Burley Hofmann, mamma di cinque figli che vive a Cape Code nel Massachusetts, ha fatto sottoscrivere al figlio tredicenne per l’utilizzo dello smartphone che gli aveva regalato a Natale. A un anno di distanza, questa mamma ha scritto un bilancio in 12 punti sull’efficacia delle regole, e sull’influenza che hanno avuto nel rapporto tra lei e suo figlio. Il testo originale, che abbiamo tradotto qui di seguito, si trova anche sul blog di Hofmann. 1. Nel 2012 ho scritto una lista di regole che Gregory avrebbe dovuto seguire dopo aver ricevuto uno...

18 regole per l'utilizzo dello smartphone imposte da una mamma al figlio tredicenne

18 regole per l’utilizzo dello smartphone imposte da una mamma al figlio tredicenne

Quella descritta in questo post è una vicenda avvenuta qualche anno fa, precisamente nel dicembre del 2012, e ha come protagonista Janell Burley Hofmann, mamma di cinque figli che vive a Cape Code nel Massachusetts. Per Natale ha deciso di regalare uno smartphone al figlio tredicenne Gregory. Il regalo però era accompagnato da un vero e proprio contratto di 18 punti che il figlio ha dovuto sottoscrivere per ricevere e potere utilizzare lo smartphone. La lettera contiene alcuni punti molto severi, ma per il resto è un invito a usare il nuovo telefono in modo responsabile e intelligente, senza dipendenza....

Twitter, nuove misure contro il cyberbullismo

Twitter, nuove misure contro il cyberbullismo

Twitter ha deciso di porre un freno a insulti e incitazioni all’odio che ormai popolano tutti i Social Network, e corre ai ripari offrendo agli utenti strumenti di difesa e di denuncia per proteggersi dagli abusi online. Misure più stringenti che però potrebbero non essere abbastanza incisive per frenare le critiche, particolarmente severe, contro Twitter, Facebook e Google. Verranno semplificate le modalità con cui gli utenti possono nascondere i contenuti che non vogliono vedere e per denunciare post offensivi, anche per i messaggi diretti ad altri utenti. Assicura anche che sottoporrà i suo dipendenti a una formazione migliore per identificare...

Chiede l'amicizia e poi insulta e minaccia sconosciute su Facebook. Denunciato

Chiede l’amicizia e poi insulta e minaccia sconosciute su Facebook. Denunciato

La denuncia arriva da una ragazza residente nella zona di Magenta in provincia di Milano: “Un ragazzo mi ha chiesto l’amicizia e poi ha iniziato a insultarmi”. E’ da qualche giorno che diverse ragazze si vedono recapitare offese, insulti e minacce a non finire. Il tutto inizia con una richiesta di amicizia tramite Facebook. La vittima, Viviana, una ragazza di 24 anni che vive in un paese del Magentino racconta: «Ho risposto ad una richiesta di amicizia su Facebook come ho fatto moltissime altre volte. Il ragazzo si chiama Manuel ed inizialmente è stata la classica conversazione amichevole». Alle classiche...

Testamento digitale: a chi lasceremo i nostri dati?

Testamento digitale: a chi lasceremo i nostri dati?

Ormai sono veramente rari quelli che nel corso dell’attuale esistenza non possiedono una identità digitale. La domanda allora è: “Che fine farà la nostra identità digitale quando passeremo a miglior vita”? E’ una domanda che le più grandi e famose piattaforme online si sono fatte e alcune di loro, pur nell’assenza di una normativa chiara e completa, hanno predisposto alcune linee per la tutela delle identità digitali. Il ‘testamento digitale’ di Google Con Google l’utente può decidere il destino dei suoi dati digitali qualora il proprio profilo restasse inattivo. Le due alternative sono:  Eliminare tutti i dati gestiti dalla piattaforma....